Finisce InCampo!SENZA CAPORALE. Abbiamo coltivato diritti!

Ultima chiamata per una PAC amica del clima
26 Marzo 2021
La crisi climatica ha messo in ginocchio il vino italiano
13 Aprile 2021

Dall’incontro che Terra! ha saputo costruire tra alcune aziende agricole nelle campagne di Cerignola, in provincia di Foggia, e migranti a rischio marginalità, è nato InCampo!SENZA CAPORALE, un progetto basato sulla cura, sull’integrazione e sulla sostenibilità. Principi guida anche della seconda edizione, conclusasi a dicembre, che ha visto la partecipazione di 5 beneficiari, che hanno conquistato un’autonomia economica e abitativa.

Quattro ragazzi sono stati formati sulle principali tecniche agronomiche nelle aziende pugliesi mentre uno, Adam, ha trovato la sua dimensione nella musica rap, all’interno della Scuola d’arte MaTeMù di Roma.  

A causa della difficile crisi sanitaria, tuttora in corso, l’ultimo anno di progetto ha visto lo stop improvviso dei tirocini, rendendo complicata la vita dei beneficiari e anche quella delle aziende. Ma le solide relazioni, la fiducia e il forte impegno hanno consentito la ripartenza del progetto nell’entusiasmo di tutti gli attori coinvolti. Dalla nostra project manager, Giulia Bari, che ha reso possibile l’incontro tra i ragazzi e le aziende, alla nostra responsabile della formazione, Giorgia Bocca, che ha aiutato i beneficiari a sviluppare competenze e ad integrarli nel territorio. Dal formatore “agrotecnico” Pio Bufano alle aziende: Terra Aut di Vincenzo Pugliese; Pietra di Scarto di Pietro Fragasso; l’azienda Domenico Russo e AcquaMela Bio di Vito Merra. Tutte realtà impegnate nel campo dei diritti, come l’antimafia, e in pratiche agricole sostenibili e alleate dell’ambiente.

Apprendere nuove competenze e avere un sostegno con cui inserirsi nel territorio cerignolano è stato, per i beneficiari, fondamentale. Essi hanno potuto così abbattere tante ritrosie iniziali e la sfiducia in sé stessi, un sentimento naturale, quando ci si sente soli e senza risorse.

InCampo!SENZA CAPORALE è stata un’ occasione di riscatto e crescita, un’esperienza con cui abbiamo dato occhi, gambe e braccia alla nostra battaglia per una giustizia sociale e ambientale, che portiamo avanti da anni con le nostre attività.

Comments are closed.