La morìa dei kiwi

Negli anni, l’Italia è diventata il terzo produttore mondiale dopo la Cina e la Nuova Zelanda, ma oggi anche questa produzione è in crisi.

Dal 2014 al 2019 la produzione nazionale si è ridotta di quasi 100.000 tonnellate. Fattore scatenante , la moria dei kiwi, una patologia che porta ad un graduale deperimento fino alla morte della pianta, la cui origine è ancora oggetto d’indagine, ma che secondo uno studio del CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria), potrebbe essere causata dai cambiamenti climatici. Ma la competizione tra produttori e la scarsa valorizzazione del prodotto, anche in questo caso, non aiutano a risollevarne le sorti. Oggi perfino il marchio IGP, attribuito al kiwi di Latina, resta poco conosciuto.